Il Museo

 

Dalila ha una formazione turistica conclusa nel 2021 presso la scuola alberghiera e del turismo di Bellinzona, che ha intrapreso perché da sempre ama il contatto con le persone. Ha maturato esperienze lavorative all'estero che le hanno permesso di alimentare la sua passione per culture e le lingue. L’aspetto che più apprezza del lavoro in un museo è quello legato al contatto con la clientela e alle impressioni che lasciano i visitatori una volta visitato il museo.
Quando viaggia le piace inoltrarsi a 360° nella cultura del posto, degustando piatti tipici, ascoltando musica locale, visitando luoghi non prettamente turistici che le permettano di interagire con le persone del posto.
La sua opera preferita al museo è il Buddha dorato della Collezione Peppler che le trasmette tranquillità e pace.